SEZIONE MUSICA.gif (23977 byte)

PFM – LIVE IN JAPAN 2002

Il 2002 è stato indubbiamente l’anno della definitiva consacrazione per quanto riguarda il ritorno sulle scene della PFM, gruppo storico del rock made in Italy (quello genuino).

La lunga tournee nella terra del Sol Levante ha dato non poche soddisfazioni a Franco Mussida e compagni regalando loro il calore di un affezionato pubblico intervenuto numeroso ad assistere ai sette concerti, tutti sold out in prevendita, dai quali è stato tratto il materiale per il doppio CD.

Il ritorno in Giappone, dopo ben 27 anni di assenza unito alla calorosa accoglienza, deve aver fornito nuova linfa vitale ai musicisti i quali mostrano una gran voglia di divertirsi e divertire con una verve che solo pochi artisti possono vantare.

L’album ci mostra una band in perfetta salute, meravigliosamente organizzata e decisa ad offrire il meglio di sé senza risparmiarsi.

I brani storici si mescolano agli episodi più recenti con una continuità emotiva esemplare, mettendo in campo una carica così vigorosa tanto che riesce ad emergere con sconcertante naturalezza anche attraverso le inevitabili mediazioni (raggi laser e circuiti elettronici vari) cui è soggetto l’ascolto domestico attraverso i dischetti argentati; e non è cosa da poco !

Il gruppo riesce ad iniettare ampie ed inedite dosi di energia a tutti i brani rendendo ognuno di essi attuale e ricco di momenti armonici e ritmici di assoluto rilievo, responsabili in primis il prezioso lavoro di Patrick Djivas al basso e la prestanza scenico vocale del drummer – folletto tutto fare Franz Di Cioccio.

Questo senza nulla togliere alla inestimabile perizia tecnica, alla creatività, alla fantasia, all’apporto poetico degli altri componenti del gruppo, sicuramente tra i musicisti più preparati oggi in circolazione, e non solo all’interno degli angusti confini nazionali.

La Carrozza Di Hans, Photos Of Ghosts, Il Banchetto, Dolcissima Maria, La Luna Nuova si susseguono come in una benefica pioggia di suoni e melodie, di magia ed emozioni fino ad arrivare alle celeberrime Impressioni Di Settembre ed E’ Festa ormai consacrate sull’altare delle migliori canzoni di tutti i tempi.

Ma "questa" PFM si spinge oltre e stupisce per aver "reinventato" quegli episodi meno rappresentativi del suo repertorio fino a portarli ai vertici di una straordinaria capacità di coinvolgimento e comunicativa.

Provate ad ascoltare Suonare Suonare, La Rivoluzione, Maestro Della Voce ed i 12 minuti di Si Può Fare; energia allo stato puro, divertimento, un immenso virtuosismo tutt’altro che asettico e…..tanta, tanta voglia di suonare; che altro chiedere a dei musicisti ?

L’album contiene anche due brani inediti registrati in studio, Sea Of Memories e Bandiera Bianca.

Il primo vede la partecipazione straordinaria (in tutti i sensi) del grande Peter Hammill il quale mette la sua prorompente vocalità al servizio della musica offerta dal gruppo che qui ne guadagna in incisività e feeling non avendo di fatto la PFM mai avuto un vero cantante, se si esclude la breve parentesi di Bernardo Lanzetti.

Sea Of Memories è un ottimo brano in perfetto stile prog dove le incursioni vocali di colui che è ritenuto uno dei più illuminati artisti del Regno Unito ben si combinano con il sound articolato e complesso, melodico e mediterraneo proposto dalla PFM.

Bandiera Bianca è la cover del famoso brano di Franco Battiato e rappresenta l’irriverente risposta in chiave ironica all’artista siciliano il quale nel suo ultimo lavoro è riuscito nell’improbabile impresa di offuscare un gioiello quale è Impressioni Di Settembre !!!!

Che dire in definitiva di Live In Japan 2002 ?

Mentre da ogni sponda si celebrano le "gesta" dei vari mammuth del rock internazionale, dalle sconquassate recenti fatiche (?) di uno stanco Bob Dylan alle pseudo riflessioni sulla povera gente di uno Springsteen sempre più miliardario (!) alle ennesime apparizioni live degli  Stones che da 40 anni suonano la stessa canzone cambiando di volta in volta il titolo (!?) lasciateci nel nostro piccolo la gioia di assaporare e consigliare vivamente questo gioiello di autentico rock italiano offerto da signori ultracinquantenni che non hanno perso né il senso della misura né la coerenza né il senno né la capacità di proporre semplicemente e solamente grande musica.

ã 2003 Moreno Lenzi

 

INDIETRO   -  HOME

pfm live japan 2002.jpg (19746 byte)

Altri dischi della PFM consigliati

 

storia di un minuto.jpg (4445 byte)

Storia di un minuto

1972

 

per un amico.jpg (5000 byte)

Per un amico

1972

l'isola di niente.jpg (3215 byte)

L'isola di niente

1973

Sito Internet

www.pfmpfm.it

P.F.M. IN CONCERTO

 

discografia

sul nostro sito