SEZIONE MUSICA.gif (23977 byte)

CAMPO DI MARTE - CONCERTO ZERO

Ci sono voluti più di trenta anni per poter rivedere nei negozi di dischi un nuovo lavoro del Campo di Marte. Trenta  lunghissimi anni, durante i quali Enrico Rosa, leader  e anima del gruppo, ha vissuto all'estero, in Danimarca,   suonando ed insegnando musica al Conservatorio, incidendo anche alcuni ottimi album solisti, ma sempre  pensando a ciò che lo aveva reso  famoso in tutto il mondo.

Finalmente lo  scorso anno la volontà di Enrico e del  vecchio compagno di avventura, il batterista Mauro Sarti,  ha reso possibile la   realizzazione di questo ambizioso progetto: risuonare dal vivo il vecchio disco  ritrovando quell'entusiasmo che aveva contraddistinto l'inizio degli anni 70.

E' stato proprio l'incontro  tra i due amici a riportare alla memoria la registrazione di una "lacca- test pressing" risalente  al 1972 di un concerto  tenutosi allo Space Electronic di Firenze. Il  cimelio,  gelosamente  custodito da un amico  livornese di Enrico, è stato  opportunamente ripulito dagli "scricchiolii" e rimasterizzato su cd.

Il risultato è un soprendente  doppio album molto bello non solo nel contenuto musicale, ma anche nella confezione cartonata comprendente  anche due distinti   booklet:  uno relativo al primo periodo con   foto e notizie che soddisfano anche i  nostalgici più incalliti, l'altro con immagini  della recente esibizione live al festival "on the road" di Pelago dello scorso anno.

E' interessantissimo confrontare le due esibizioni  a distanza di tre decenni l'uno dall'altra.

Ambedue ripropongono in linea di massima  alcuni tempi dell'ormai famoso disco "dei guerrieri turchi", anche se, ovviamente, nel primo spicca la freschezza e la spontaneità tipica dei giovani e restituisce alla memoria una primordiale elaborazione anche nei titoli originali modificati successivamente.

Un iniziale  sound marcatamente hard rock nel quale   confluiscono successivamente elementi classici, jazz e  progressive che fanno della band un esempio  unico nel panorama musicale italiano.

Nel  secondo la musica è profonda e frutto di grande maestria, la tecnica e l'esperienza non sono più un problema  o  una virtù,  ma un   mezzo  per illustrare  la  storia  dipinta  dalla   musica con  chiarezza e sentimento. E'   sempre la chitarra    elettrica a  irrompere impetuosa,  a "graffiare" la  soavità dei fiati.  Una sorta di "sacro e profano" che  si scontrano musicalmente, per poi abbracciarsi e fondersi insieme verso  un finale dove a prevalere è la simbiosi.

Tutto questo  è reso possibile grazie anche all'apporto di validissimi musicisti: oltre ad Enrico e Mauro, si sottolinea la  presenza di Eva Rosa ai fiati,   Maurilio Rossi (Goad) al basso e Alexandr Matin alle tastiere. Vi sono, inoltre,  inseriti brani della produzione solista più recente del Rosa come Back in time e Italian Irish, che ben si amalgano con i "tempi" più conosciuti.

Dire quali dei due cd sia il migliore è difficile;  personalmente, avendo assisitito alla registrazione del secondo sono ovviamente condizionato in tal senso. Lascio a voi l'ultima parola in proposito....

Ringraziamo, infine, Enrico per averci gentilmente inserito nei "thanks" del cd, ma dobbiamo ricordargli che la Sezione Musica è di Livorno ed i pisani sono solamente ...di passaggio.

Tino

 

NOVITA' DISCOGRAFICHE 2006 DEL CAMPO DI MARTE E ROSAE

classico_atipico_rosae.jpg (3304 byte)  incredible journey.jpg (22817 byte)   rosae.jpg (21324 byte)   Link_XII.jpg (3929 byte)

BTF ha cominciato a distribuire su scala mondiale ROSÆ - The incredible journey, ROSÆ Classico Atipico e LINK XII - Back Home.

The Incredible Journey By ROSÆ (Campo di Marte's Eva & Enrico Rosa)
Un' esperienza unica senza limiti stilistici dove Eva & Enrico Rosa creano la magia della vita con tutte le sue piú profonde emozioni. "The incredible journey" is a record by ROSAE, that is Campo di Marte's guitarist Enrico Rosa with wife Eva; a unique experience with no stylistic limits where Eva and Enrico Rosa create the magic of life with all its deepest emotions.
Rosae is classically-trained flutist Eva Rosa and the multi-styled acoustic guitarist Enrico Rosa (former band leader of Campo Di Marte. For this album the guitar styles lead skilfully and with emotional strength, flowing from one style to the next, mostly blending the styles varying from Renaissance classical music to jazz-fusion guitar, jazz and folk-rock towards some passionate improvisation (just hear the breaths and vocal humming enthusiasm on “Classical Path”). This is accompanied by flutes, which on its turn go from classical (baroque) folk, to a flute & voice type of half-jazz, also rather progressive improvisation. Two times Eva used the odd sounds of a wind synthesiser instead of flutes. It is an extremely pleasant and sophisticated album, which tensions built up and provides something which recalls very much the german krautrock-fusion duo Flute and Voice.

http://www.btf.it/default.asp?ij=3&qa=p&qb=sc&xy=cl007&jk=9864&zp=104D&ln=E&opt=dettaglio

ROSÆ - Classico Atipico Enrico Rosa ha creato le parti di chitarra per Händel e Vivaldi includendo nel CD composizioni proprie dal sapore di Flamenco. Un album conciso ed unico in Limited Edition.

http://www.btf.it/default.asp?ij=3&qa=p&qb=sc&xy=cl007&jk=9863&zp=104D&ln=E&opt=dettaglio

Link XII: back home is a jazz-blues project by Campo di Marte's guitarist Enrico Rosa. An unusual jazz line up with 2 guitars bass and drums.
The Link XII band was born for pure coincidence when Enrico, who lives in Denmark, was on holiday in Italy during summer 2005, met with guitarist Vincenzo Bramanti for the first time in Viareggio during a jam-session and there they felt a special musical mood upon them. Later playing of some jazz standards and blues like (C. Parker) "Billie's Bounce", (Bob Berg) "Friday Night at the Cadillac Club" and some of Enrico Rosa's compositions like "Three Minutes Blues" or "Sqwaqwaz" with a minor blues impro, a connection to jazz through the 12 bars of blues became clear, and so the idea of "Link XII" as an imaginary site where jazz and blues have their home. From that moment the band was born as well as the album "Back Home".

http://www.btf.it/default.asp?ij=3&qa=p&qb=sc&xy=cl007&jk=9865&zp=104D&ln=E&opt=dettaglio

 

Disco ordinabile tramite internet presso:    http://www.btf.it/

 

  http://www.campodimarte-italianprog70.com/     Siti Internet      www.enricorosa.com

 

 

INDIETRO   -  HOME

campo marte concerto zero.jpg (14863 byte)

CONCERTO ZERO

Disc 1 - 1972

Prologo paerte 2

Alba

Epilogo

Prologo-parte 1

Disc 2 - 2003

Primo tempo/Settimo tempo

Back in time

Bluesy Rocky

Italian Irish

Secondo tempo

Terso tempo/Quarto tempo

Rock Barock

Outro July the 12h 2003

campo di marte.jpg (7025 byte)

Campo di Marte in concerto

To the hold friendship

argentirosa.jpg (6967 byte)