PREMIATA FORNERIA MARCONI 

IN CONCERTO Rosignano Solvay (LIVORNO) 15.02.2003

 

Sembra ieri quando, più di trent’anni or sono, il palco del Teatro Goldoni di Livorno si illuminò per ospitare uno dei primissimi concerti in assoluto della neonata formazione della Premiata Forneria Marconi.

Comparvero in scena ancora giovanissimi e visibilmente emozionati per presentare il loro primo album "Storia di un minuto", ancora freschissimo di uscita, che suonarono per intero con l’aggiunta di alcuni pezzi dei più noti gruppi rock internazionali dell’epoca.

Era il primo concerto cui assistevo e, vuoi per l’eccitazione dell’avvenimento, vuoi per quanto il gruppo seppe trasmettere al pubblico entusiasta, quello resterà per me un ricordo incancellabile.

Altre volte ho avuto in seguito l’occasione di assistere ai loro concerti e questa opportunità offerta dal Teatro Solvay di aggiungere un’altra puntata alle precedenti esibizioni non andava sicuramente perduta.

Oltre al piacere di rivedere la PFM e riascoltare i pezzi vecchi e nuovi mi incuriosiva molto vedere se il gruppo, reduce da concerti in tutto il mondo (in particolare i più recenti in Giappone dove hanno inciso un nuovo doppio cd dal vivo), sapesse mostrare in un piccolo teatro di provincia lo stesso entusiasmo, impegno e grinta profusi di fronte a platee assai ben più gremite.

La "Premiata" varrebbe ancora ore di attesa e di successivo ascolto in piedi, tuttavia il poter godere tutti dei posti numerati è stata cosa particolarmente gradita dal pubblico ormai di non più verde età, che ha potuto così giungere al teatro in tempi ragionevoli.

Un caloroso applauso ha accolto l’entrata del gruppo e nella penombra la tastiera di Premoli ha creato subito la giusta atmosfera; Mussida lo ha poi seguito introducendo gli arpeggi di River of Life ancora bella ed intensa.

Si capisce subito che sarà un ottimo concerto e nei brani a seguire, tutti delle prime produzioni, la band dimostra di essere nel pieno della maturità musicale e di saper tenere la scena con classe ed energia.

La scaletta si è snodata sfornando via via tutti i cavalli di battaglia; personalmente avrei ascoltato volentieri almeno un estratto da "Ulisse" che reputo un ottimo album, tuttavia quanto proposto è stato di ampio gradimento: si è passati, tra gli altri, da brani come "La luna nuova", "Promenade the puzzle", "Suonare suonare", "Il banchetto" fino al termine con l’immancabile bis, degno coronamento di tutta l’esibizione, contenente le evergreen "La carrozza di Hans-Impressioni di settembre- E’ festa".

Flavio Premoli è ancora il tastierista bravo e rapido che conoscevamo; in certi momenti ho fatto fatica a seguire le sue dita che volavano sulla tastiera a folle velocità.

Patrick Djivas è sicuramente uno dei migliori bassisti del panorama musicale italiano e non, degno "fratello di ritmo" di Franz.

Franco Mussida per lui ogni aggettivo è già stato ormai largamente usato che dire di più: un grande!

Lucio Fabbri : eccellente polistrumentista: suona tutto e bene, ma i suoi assoli di violino sono stati veramente trascinanti; alla fine del concerto, da noi avvicinato per gli autografi di rito ha umilmente detto di non far parte del gruppo. Per me è titolare fisso.

Franz Di Cioccio voce, batteria ed anima del gruppo: ha fatto capire (e con lui tutti gli altri) che Tokyo o Rosignano la PFM si impegna allo spasimo sempre e dovunque.

Roberto Gualdi, secondo batterista, si è dimostrato un degno partner della formazione.

Altro punto a favore della band è la disponibilità con cui dopo quasi due ore e mezzo di concerto i protagonisti, dopo pochi minuti di giusta pausa per riprendersi, si sono concessi con cordialità ai fans più incalliti rimasti in attesa per gli autografi e qualche scambio di battute.

Suoneranno a Londra ed in altre città europee per altri concerti dove sicuramente dimostreranno ancora il loro eccellente professionismo, qualità che ha sempre caratterizzato il loro lavoro.

Grazie PMF, alla prossima!.

Alberto Voglini

 

 

pfm Rosignano.jpg (16273 byte)      pfm Rosignano2.jpg (10871 byte)

                 pfm Rosignano3.jpg (12574 byte) Foto by Tino

RIVER OF LIFE

PHOTOS OF GHOST

MAESTRO DELLA VOCE

LA RIVOLUZIONE

LA LUNA NUOVA

PENINSULA

PROMENADE THE PUZZLE

SUONARE SUONARE

DOVE...QUANDO (PART. 1&2)

IL BANCHETTO

SI PUO' FARE

MR 9 TILL 5/ ALTALOMA 5 TILL 9

LA CARROZZA DI HANS

IMPRESSIONI DI SETTEMBRE

E' FESTA

 

DISCOGRAFIA P.F.M.

 

Indietro   -  Home