SEZIONE MUSICA.gif (23977 byte)

The secret tales of bleeding hearts - Biokill - Sexteen - Ladykiller - Ikona

 

Scrivere la recensione di un disco suonato e prodotto da amici non è cosa facile e si corre il rischio di essere o troppo critici o troppo generosi.

Tuttavia devo essere obiettivo ed indicare  nel CD The secret tales of bleeding hearts un importante connubio tra musica Rock  e solidarietà. I proventi delle vendite sono infatti devoluti all’ Associazione Cure Palliative di Livorno  (www.curepalliativelivorno.org) e questo a dimostrazione che i giovani artisti sono spesso in prima linea nel dimostrare generosità.

Il disco è una compilation di quattro gruppi locali scelti sapientemente tra i più preparati e i più energici. Aprono i Biokill con un brano dedicato a Jack lo squartatore, Jack the ripper, per il quale è prevista quanto prima l’uscita di un videoclip girato in città. La sopresa più grande si ha però nell’ascoltare i brani successivi.   Il primo è una cover di Piero Ciampi 40 soldati 40 sorelle, giusto tributo ad un cantautore spesso dimenticato e arrangiata magnificamente con una ritmica serrata ed il vocalist Moreno Lenzi che si produce in un grande intepretazione. Il secondo è il brano finale, una sorprendente e delicata canzone d’amore scritta da Piero Ciantelli e Alessandro Fusco nella quale i due musicisti tradiscono per una volta la linea Metal per intraprendere strade melodiche.

I Sexteen sono il secondo gruppo presente nella compilation. Pur essendo giovanissimi dimostrano di saperci fare con gli strumenti e a mio parere potrebbero presto incontrare i favori di un pubblico di coetanei perché hanno la caratteristica di essere “radiofonici” quanto basta per poter sfondare veramente.

I Ladykiller sono l’unico gruppo pisano inserito nel CD ma anche quello che dimostra le capacità tecniche maggiori. Il loro Rock ricorda quello degli statunitensi Guns N' Roses: ascoltare per credere Make out e Next to me.

La quarta ed ultima band presente in  The secret tales of bleeding hearts è quella degli Ikona. Il loro rock a tratti epico e a tratti progressive, è impreziosito da una bellissima voce femminile del tutto inusuale nel genere proposto.

In conclusione posso tranquillamente affermare che si tratta di un buon disco rock da acquistare non solo per gli scopi benefici, ma anche per riassaporare quel gusto un po’ perduto di ascoltare della musica graffiante ma al tempo stesso di qualità.

T.T.

 

INDIETRO   -  HOME

 

secret 1.jpg (237787 byte)

Altri dischi dei Biokill:

RESET - BIOKILLROCK

biokill reset.jpg (4910 byte)

copertina ant.jpg (47865 byte)

www.biokillrock.it

http://www.ladykillerband.com/

http://www.livornorockvillage.com/